Home / Curiosità / Si avvicina l’estate: A chi fa bene e a chi fa male

Si avvicina l’estate: A chi fa bene e a chi fa male

Dal punto di vista climatico la stagione estiva inizia il prossimo primo giugno. In redazione Mario Giuliacci

estate 15

A chi fa bene
Ebbene sono favorite tutte quelle persone che soffrono di disturbi cardiovascolari, dato che il caldo è un vasodilatatore e di conseguenza la circolazione del sangue viene notevolmente aumentata.

Anche i soggetti che soffrono di forme allergiche o infiammatorie a carico delle prime vie aeree e dell’apparato respiratorio nonché i broncopneumopatici con crisi ripetute di insufficienza respiratoria, possono avvalersi delle belle giornate di sole, con aria sufficientemente pura, per una buona remissione dei sintomi, in modo particolare se si recano in zone di mare, ove l’aerosol marino contribuisce ad abbattere gli allergeni.

Per coloro che invece soffrono di artrite o reumatismi, la cura del sole e del mare, fatta in modo appropriato, diventa una vera terapia che, molto spesso porta ad una completa remissione della sintomatologia dolorosa ed infiammatoria.

Per di più in estate i più intensi raggi solari stimolano una maggiore produzione di serotonina, l’”ormone del buon umore”, con sicuri benefici per i depressi, i melanconici, gli ipocondriaci, i sofferenti di cefalea, insomma tutti quei soggetti che hanno bisogno di luce prolungata e di moderata radiazione solare per superare meglio la loro condizione di instabilità emotiva, la quale può anche essere di natura genetica.

 

A  chi fa male
Dovranno invece porre attenzione a non esporsi troppo al sole coloro che soffrono di calcoli, sia a carico dell’apparato urinario che epatobiliare, nonché tutti quei soggetti che soffrono di affezioni acute o croniche dell’apparato digerente, perché il calore aumenta le infiammazioni e può talvolta scatenare perfino qualche colica.

Per di più la elevate frequenza dei temporali al Centronord e soprattutto sulle Alpi, può scatenare alla sindrome da temporale in soggetti predisposti

Ed occhio ai bambini e agli anziani per i quali l’eccesso di calura può portare, più che negli latri soggetti, al rischio di “colpi di sole” e di “colpi di calore”

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …