Home / Clima / Le scie chimiche non esistono. Il verdetto dei migliori esperti della scienza dell’atmosfera

Le scie chimiche non esistono. Il verdetto dei migliori esperti della scienza dell’atmosfera

In questi giorni, la mancanza di un clima invernale, è stata addebitata da alcuni lettori del nostro sito, alle scie chimiche.

chemtrail

Ma cosa sarebbero?

Ecco un articolo pubblicato qualche mese fa da questo noto sito di Scienza: LEGGI QUI

Alcuni gruppi e individui ritengono erroneamente che le scie di condensazione durature (o Contrail = condensation trail) lasciate alle spalle dagli aeromobili siano la prova di un programma segreto di spruzzatura su larga scala di sostanze chimiche volte a modificare artificialmente il clima tanto che vengono da costoro denominate “chemtrails” (Chimical Trail).

I Sostenitori di questa teoria del complotto attribuiscono questa presunta spruzzatura ad alcuni governi (in primis gli USA) e all’industria.

Gli autori di questo studio –  tutti della nota Carnegie Institution for Science, University of California –  hanno condotto un sondaggio tra i migliori scienziati nel campo della Fisica dell’atmosfera. Tutti hanno negato categoricamente l’esistenza di un programma segreto di spruzzatura artificiale di sostanze chimiche nell’atmosfera. Le scoperte del team, pubblicate da Environmental Research Letters, si basano su un’indagine di due gruppi di esperti: chimici atmosferici specializzati in scie di condensazione e geochemici esperti su inquinamento atmosferico da polveri.

Ben 76 dei 77 scienziati interpellati hanno affermato che essi non avevano mai avuto la prova di un programma segreto per spruzzatura artificiale di sostanze chimiche e sono d’accordo che la presunta prova citata dai fautori delle chemtrails poteva essere spiegata attraverso altri processi, quali appunto la formazione di contrail da parte degli aerei.

Il team di ricerca ha intrapreso lo studio per dare una risposta al gran numero di persone che affermano di credere in un programma segreto di spruzzatura.

In un sondaggio internazionale del 2011, quasi 17 per cento degli intervistati ha detto che credevano all’esistenza di un programma segreto di spruzzatura atmosferico su larga scala. E negli ultimi anni sono nati molti siti Web che sostengono di avere le prove di spruzzatura chimica segreta diffusa con impatti negativi sulla salute umana e sull’ambiente.

Il team di ricerca afferma che lo studio non ha lo scopo di influenzare quelli già convinti che esista un programma segreto per spruzzatura – questi gruppi trattano le contro prove come un’ulteriore prova delle loro teorie – quanto piuttosto di dare una riposta oggettiva con argomentazioni scientifiche rivolte al grande pubblico.

“Nonostante il perdurare delle teorie erronee sulla chimica atmosferica legata ai programmi di spruzzatura, fino ad ora non c’erano alcun studio accademico peer-reviewed, che dimostrasse che le ‘scie chimiche’ sono solo normali scie di condensazione e che stanno diventando sempre più numerose a seguito dell’incremento del traffico aereo.  Inoltre, è possibile che il cambiamento climatico faccia sì che scie di condensazione persistano in atmosfera per periodi più lunghi rispetto al passato

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …