Home / Clima / Il decennio più freddo nel millennio 1000-2000. È stato il 1430 e portò fame, carestia e peste. Quali le cause? In Redazione Mario Giuliacci

Il decennio più freddo nel millennio 1000-2000. È stato il 1430 e portò fame, carestia e peste. Quali le cause? In Redazione Mario Giuliacci

Nell’ambito di una ricerca attraverso gli archivi storici per meglio conoscere il clima del 15 ° secolo in Belgio, Francia, Lussemburgo e Paesi Bassi, Chantal Camenisch, storico presso l’Università di Berna, in Svizzera, ha notato che rispetto agli altri decenni di quel secolo, molti inverni del decennio 1430-1439 furono estremamente freddi su gran parte dell’Europa.

Figura: Uno dei documenti storici analizzati dal team è stato il “Bernese chronicle” checontiene la pagina in figura dal titolo ‘Von einem grossen Sterbot zu Bernn’ 1439 (“la grande mortalità in Berna nel 1439”), Diebold Schilling, Amtliche Berner Chronik (1478-1483), vol. 2, Bern, Burgerbibliothek, Mss.h.h.I.2, p. 6. Credit: Burgerbibliothek Bern, www.e-codices.unifr.ch

Figura

In particolare nell’inverno del 1432-33, la gente in Scozia dovette usare il fuoco per fondere il vino in bottiglia prima di berlo. In Europa centrale, molti fiumi e laghi divennero congelati. Nelle regioni di solito miti, come il Sud della Francia e il Centronord dell’Italia, alcuni inverni durarono fino ad aprile, con deleterie gelate tardive. Queste eventi danneggiarono le coltivazioni agricole e portarono ad un forte rialzo dei prezzi alimentari in molte parti d’Europa con conseguente fame, malattie e morti.

Camenisch ha chiesto aiuto a Kathrin Keller, un modellista del clima presso il centro Oeschger per scoprire il perché il clima fosse stato così rigido soprattutto in tale decennio. I risultati di tale ricerca congiunta, sono stati poi pubblicati nella rivista della European Geosciences Union (EGU)

In particolare Camenisch e Kathrin Keller cercarono la risposta, oltre che attraverso gli archivi climatici, anche con l’esame degli anelli degli alberi, dei carotaggi di ghiacci perenni, dei sedimenti lacustri. “Le ricostruzioni mostrano che le condizioni climatiche durante al 1430 furono molto speciali. Con i suoi inverni molto freddi e estati calde, questo decennio è un unico nel suo genere in 400 anni di dati su cui stavamo indagando, dal 1300 al 1700 CE,”dice Keller.

Ma quale potrebbe essere stata la causa?

Influenze esterne, come forti eruzioni vulcaniche (si pensi all'”anno senza estate” del 1816 a seguito della esplosione del vulcano Tambora”. N.d.R.), debole attività solare oppure il risultato casuale della naturale variabilità del clima?”

Le simulazioni climatiche eseguite da Keller e dal suo team hanno dimostrato che in effetti in quel decennio c’erano state alcune eruzioni vulcaniche e anche un indebolimento dell’attività solare ma non tali da spiegare il clima super-rigido di quel decennio. I modelli climatici hanno invece mostrato che le condizioni estreme di quel decennio furono dovute a variazioni naturali nel sistema climatico, una concomitanza casuale e infelice di fattori naturali

Fonte della Notizia: sciencedaily.com

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …