Home / Curiosità / Sonno, gufi e allodole: molti con l’ora del sonno stravolta da ritmi circadiani starati

Sonno, gufi e allodole: molti con l’ora del sonno stravolta da ritmi circadiani starati

L’orologio biologico che regola il sonno si esprime in maniera diversa da individuo a individuo. “I serotini” e “I mattutini”

Molti mammiferi, come orsi, pipistrelli, scoiattoli o tartarughe, vanno in letargo in inverno.

Gli uomini non hanno questa peculiarità ma dispongono di delicati sincronizzatori dell’attività sogno-veglia regolati da un orologio biologico interno geneticamente determinato.

Questo complesso meccanismo si esprime in maniera diversa in ogni individuo ma classificabile sostanzialmente in 4 categorie:

  • I soggetti normali che vanno a letto alle 23 e si svegliano alle 7 del giorno dopo
  • I cosiddetti gufi che si coricano alle 4 del mattino e resterebbero a dormire fino a mezzogiorno
  • Le cosiddette allodole che alle 8 di sera sono già a letto e alle 4 del mattino sono in piedi pronte per una nuova giornata,
  • I tendenzialmente gufi e i tendenzialmente allodole che rappresentano le condizioni intermedie.

In particolare sono molti di più di quelli che non si pensi coloro che riescono stare svegli fino a tarda notte o a dormire addirittura appena 2-3 ore prima dell’alba.

I medici li definiscono “serotini”, perché il loro orologio biologico, regolato dai ritmi circadiani (dal latino “circa diem” ovvero “circa un giorno”) sincronizzati sull’alternanza luce-buio, è leggermente starato in avanti.

Questo significa che l’abbassamento della temperatura corporea – condizione necessaria per indurre nel corpo la tipica stanchezza che precede il sonno profondo –  avviene con circa due di ritardo rispetto ai soggetti che invece si svegliano presto (i “mattutini”).

Di conseguenza costoro di sera risentiranno più tardi degli altri il calo delle energie psico-fisiche.

Sicuri guai pertanto in vista ovviamente se una “allodola”, ovvero un mattutino, si sposa con un “gufo” (un serotino) perché i loro ritmi del sonno risulteranno totalmente sfasati.

Questo, secondo alcuni, potrebbe essere il motivo per cui tali coppie in genere hanno una vita sessuale poco intensa, escono insieme di rado e hanno poche occasioni di dialogo.

Fig.q1 - Sonno Cats In Care

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …