Home / Curiosità / Scenari apocalittici se un tornado colpisse una grande città americana

Scenari apocalittici se un tornado colpisse una grande città americana

Un recente rapporto della Swiss Re, compagnia di riassicurazione a livello globale, ha stabilito che ogni anno, mediamente, a causa di temporali violenti e tornado negli USA si contano danni per circa 5,5 miliardi di dollari. Ma ancor più interessante è l’analisi dei potenziali danni che un tornado di forte intensità potrebbe produrre se colpisse una delle grandi metropoli americane.

Negli ultimi decenni infatti nessun tornado di forte intensità, ovvero di categoria EF3 (venti a oltre 218 km/h) o superiore ha colpito il centro delle maggiori metropoli del paese; tornado di categoria inferiore, e quindi meno distruttivi, nel recente passato hanno invece prodotto danni relativamente contenuti in alcuni quartieri di Atlanta, Miami, Salt Lake City.

Tornado su città stilizzato

Tuttavia, come sottolineato anche da Roger Edwards, meteorologo dello Storm Prediction Center della NOAA, non c’è alcuna motivazione meteorologica che spieghi perché i grandi centri cittadini siano fino ad ora stati risparmiati dalla furia dei tornado più violenti: molto semplicemente la loro apparente immunità dipende solo dal fatto che per un tornado di forte intensità le probabilità di investire il centro di una grande metropoli sono molto basse, perché si tratta comunque di aree assai ristrette se confrontate con l’intero territorio solitamente interessato dal fenomeno.

Se le grandi metropoli americane, e in particolare quelle del Midwest (dove i tornado si formano con facilità), non sono mai state colpite da tornado di forte intensità è quindi perché ciò risulta improbabile ma, attenzione, non impossibile. E se è vero che alcune metropoli come New York City è quasi impossibile che vengano colpite dai tornado più violenti, perché si trovano assai lontano dalle regioni dove di solito si formano, ce ne sono invece altre in cui le possibilità sono più che concrete.

Tra le metropoli che corrono un rischio reale di essere colpite da un violento tornado spicca in particolare Chicago, che si trova nella regione dove la formazione di questi intensi fenomeni atmosferici è più frequente. Ebbene, secondo le proiezioni della Swiss Re, se un tornado EF5 (venti oltre 322 km/h) dovesse colpire il centro di Chicago gli effetti sarebbero davvero devastanti: le stime infatti parlano di migliaia tra morti e feriti, nonché danni per oltre 20 miliardi di dollari e decine di migliaia di cittadini che rimarrebbero senza energia elettrica.

Uno scenario quindi apocalittico, che non verrebbe mitigato neanche dai recenti progressi nell’allertamento meteo. In caso di tornado negli USA il National Weather Service infatti attualmente è in grado di avvisare la popolazione dell’imminente pericolo con un anticipo di circa 13 minuti: tuttavia in una città densamente popolata come Chicago la corsa a un rifugio sicuro in così poco tempo creerebbe inevitabili situazioni di caos e panico, con ulteriore aggravio di danni e, probabilmente, vittime.

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …