Home / Clima / Primavera, la stagione del vento: un’altra insidia per i meteoropatici

Primavera, la stagione del vento: un’altra insidia per i meteoropatici

Le ripercussioni sul nostro organismo. Sassari la città con maggiori casi di cefalea a causa del Maestrale. In Redazione Mario Giuliacci

La primavera, per effetto della sua spiccata variabilità, è anche la stagione del vento: le perturbazioni che giungono sul nostro Paese sono, nella maggior parte dei casi, anticipate, da venti caldi meridionali (Scirocco, Libeccio, come avverrà nel prossimo fine settimana) e seguite da venti più freschi settentrionali (Maestrale, Tramontana).

Il vento è uno dei fenomeni meteorologici che più infastidiscono la nostra psiche tanto per i malesseri da esso provocato è stato coniato un termine ad hoc, l’anemopatia: mal di testa, nervosismo, insonnia, stanchezza, irascibilità sono solo alcuni dei malesseri che molte persone lamentano nelle giornate ventose.

Non è un caso che Sassari, dove il Maestrale soffia con violenza, detenga il primato in Italia per le cefalee.

Il tutto è legato alla ionizzazione dell’atmosfera dovuta allo strofinio delle molecole d’aria le une contro le altre e contro gli ostacoli al suolo.

L’atmosfera si carica così di ioni positivi che interferiscono con gli impulsi elettrici alla base della nostra attività cerebrale e del legame tra sistema nervoso centrale e periferico.

Alcuni venti, inoltre, prima di arrivare sulle nostre regioni, si scaldano per compressione: cadendo lungo un pendio, le masse d’aria vengono compresse, riscaldandosi.

È quello che accade ad esempio sulle regioni nordoccidentali con il Föhn, o lungo le coste tirreniche della Sicilia con lo Scirocco. In particolare sul versante settentrionale dell’isola si possono toccare anche i 40 °C.

Studi recenti hanno addirittura mostrato una relazione diretta tra questi venti forti e caldi e l’aumento di casi di suicidi e omicidi!

Ma il vento primaverile è anche la maggior causa della diffusioni pollini nell’atmosfera e come tale il maggiore responsabile delle allergie da pollini. Ma di questo ne parleremo con un articolo apposito.

vento   insideastrangegarden.com

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …