Home / Clima / Perché l’esaurimento nervoso colpisce soprattutto in primavera

Perché l’esaurimento nervoso colpisce soprattutto in primavera

Colpisce il 60% degli italiani con età compresa tra 30 e 50 anni

esaurimento-nervoso

Recenti ricerche mediche indicano che in Italia sei italiani su 10 con età compresa tra i 30 e i 50 anni rischiano l’esaurimento nervoso in primavera, un disturbo che però colpisce prevalentemente i soggetti ansiosi.

Il motivo?

Innanzitutto perché oggi ci sono molte più adulti ansiosi che nel passato, soprattutto nei paesi ad alta tecnologia (nei paesi del terzo mondo dove l’ansia è quasi sconosciuta, i meteoropatici sono appena il 5%).

Ma perché l’esaurimento nervoso colpisce soprattutto in primavera?

La luce e il tepore della primavera sono un chiaro invito al risveglio di desideri, istinti, emozioni che in inverno sarebbero dovuti rimanere assopiti.

Ma gli ansiosi, nel loro continuo arrovellarsi interiore, consumano molte più energie psicofisiche di un persona normale – complici anche i ritmi concitati della vita moderna – che coinvolgono per di più soprattutto l’uso del pensiero, della razionalità e che lasciano invece poco spazio alle emozioni, alla fantasia, al sognare ad occhi aperti.

Pertanto quando arriva la primavera, il forte sforzo di adattamento richiesto all’organismo dalla rapida variazione della luce solare e delle condizioni del tempo, mettono KO i soggetti ansiosi perché non hanno energia sufficiente per far fronte agli incalzanti ritmi psicofisici imposti dalla primavera.

Ed ecco che così esplode l’esaurimento nervoso, una sindrome che per più colpisce più le donne, perché più emotive e più sensibili di animo e quindi anche più vulnerabili dal punto di vista psico-fisico.

Rimedi?

Ebbene la consapevolezza che è un disturbo stagionale e quindi passeggero aiuterà a sopportare con più rassegnazione l’esaurimento

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …