Home / Clima / Marzo 2018, caldo ma non in Europa

Marzo 2018, caldo ma non in Europa

Secondo le analisi condotte dagli studiosi della NOAA il marzo di quest’anno è, a livello planetario, uno dei più caldi dell’era moderna: nella lunga serie che si spinge indietro fino al 1880 si colloca infatti al quinto posto, anche se rimane molto lontano dal record di due anni fa (circa 0,4°C in meno rispetto al marzo 2016).

Marzo 2018

Tuttavia il caldo anomalo si è presentato tutt’altro che uniforme, e se ci sono in effetti regioni del Mondo dove le temperature medie hanno fatto registrare temperature medie insolitamente alte, ve ne sono anche altre in cui invece il mese si è dimostrato decisamente più fresco della norma, ovvero della media del periodo che va dal 1981 al 2010.

Tra le aree in cui si è fatto sentire un caldo anomalo, spiccano l’Asia Centrale, il Medio Oriente, il Nord Africa, l’Alaska e il Canada Orientale: addirittura in alcune di queste regioni si sono registrate temperature medie di oltre 5 gradi superiori alla norma (sono le zone che nell’immagine appaiono colorate di marroncino).

Un marzo 2018 insolitamente freddo invece in Europa, in Asia Nord-Occidentale, nel versante orientale degli USA, nelle aree centrali del Canada e, sebbene in misura minore, anche lungo le coste pacifiche del Sud America, dove probabilmente si è fatto sentire il tentativo di innesco di un episodio di Niña.

Check Also

Era Glaciale NYC

Nuova Era Glaciale in arrivo? Secondo alcuni scienziati sì

Il grido d’allarme lo hanno lanciato gli scienziati della NASA: il Sole ha fortemente rallentato …