Home / Curiosità / Le grandi città si surriscaldano dal lunedì al venerdì, si raffreddano nel fine settimana

Le grandi città si surriscaldano dal lunedì al venerdì, si raffreddano nel fine settimana

Secondo un recente studio condotto presso l’Università di Melbourne. A Milano, secondo nostri studi, il calore artificiale urbano è +25% rispetto all’ambiente rurale. In Redazione Mario Giuliacci

Figura

La folla di pendolari che si riversano in città durante la settimana può far salire la temperatura dell’aria sulle grandi città e persino modificare la velocità del vento, e la quantità di pioggia e di nuvole. Insomma si rafforza “l’isola di calore urbana”.

L’aumento della temperatura nei giorni feriali è dovuto al calore generato dai corpi umani, da auto auto, mezzi pubblici e climatizzazione degli uffici. La temperatura scende poi durante il fine settimana.

Un recente studio condotto da Nick Earl presso l’Università di Melbourne, Australia, mostra che la temperatura del mattino a Melbourneè 0,3 ° C più caldo il giovedì e il venerdì.  Il surriscaldamento è più intenso con calma di vento, più debole con venti sostenuti

Il surplus di temperatura è causato dal traffico veicolare e dalle 250.000 persone in più a Melbourne nei giorni feriali rispetto al fine settimana.

Altre tre grandi città australiane – Sydney, Brisbane e Adelaide – hanno cicli settimanali simili.

I risultati sono basati su più di 50 anni di dati di temperatura dal Bureau of Meteorology australiano

La ricerca ha anche rivelato che anche il centro di Tokyo e di Mosca sono più caldi nei giorni feriali che nei fine settimana.

Un nostro studio su Milano ha rivelato che in inverno il surplus artificiale di calore è +25% circa rispetto all’ambiente rurale di cui il +10% dovuto al calore liberato da 3 milioni di abitanti.

Ma l’affollamento umano nei giorni feriali aumenta anche la velocità del vento, precipitazioni e copertura nuvolosa nei centri urbani nei giorni feriali, secondo gli studi di diversi paesi.

In effetti i moti convettivi sull’area surriscaldata nel centro delle metropoli richiama aria dalla periferia rinforzando i venti regionali.

La maggiore quantità di polveri provocate dal traffico e dalla climatizzazione degli uffici favorisce la formazione di un maggior aumento di goccioline di nubi e/o di pioggia sulle verticali delle città

 

Didascalia figura: Isola calore urbana

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …