Home / Curiosità / Le foglie in autunno, alcune gialle, altre rosse: perché?

Le foglie in autunno, alcune gialle, altre rosse: perché?

Gli alberi a foglie caduche in autunno cambierebbero la colorazione delle loro chiome per ottenere dalle foglie tutto il nutrimento possibile prima di entrare nella fredda e avara stagione invernale. La ricercatrice Emily Habinck, della University of North Carolina (USA), è giunta a questa conclusione dopo una lunga e attenta analisi di due terreni, caratterizzati da una diversa concentrazione di nutrienti.

Le foglie appartenenti agli alberi cresciuti sul suolo più ricco di sostanze nutrienti con l’arrivo dell’autunno sono diventate gialle, mentre quelle appartenenti alle piante cresciute su un suolo povero di nutrienti hanno assunto una colorazione rossa. “In poche parole: più una foglia è rossa, più sarà in grado di riciclare i propri nutrienti” – questa è la spiegazione data da Emily Habinck durante la presentazione della sua scoperta a un meeting in Colorado.

Del resto, a differenza di quanto si potrebbe pensare, i meccanismi che regolano il cambiamento di colore cui vanno incontro le foglie non è ancora completamente chiaro. Quando si avvicina l’autunno gli alberi smettono di pompare clorofilla nelle foglie e iniziano a ridistribuire i nutrimenti in esse contenuti nel tronco e nelle radici. E’ questo lo stratagemma consente loro la sopravvivenza durante i rigidi e bui mesi invernali.

Il colore giallo visibile sulle chiome degli alberi è dovuto all’assenza della clorofilla, che lascia così trasparire i carotenoidi presenti sulla struttura della foglia. La colorazione rossa, invece, deriva da una particolare sostanza, l’antocianina, prodotta durante la stagione autunnale dalle piante. Tuttavia il motivo che spinge gli alberi a investire tante energie per produrre queste antocianine rimane ancora un mistero.

Secondo alcuni ricercatori questi pigmenti svolgerebbero un’importante funzione antiossidante, che aumenterebbe la resistenza degli alberi durante la stagione fredda, ma l’ipotesi è ancora tutta da verificare. Secondo altri botanici, invece, le antocianine sarebbero prodotte per attirare i volatili in modo che disperdano i semi dei frutti prodotti dagli alberi. Altri ancora infine sostengono che l’assunzione di una pigmentazione che vira al rosso contribuirebbe ad aumentare la temperatura della pianta, preservandone le parti vitali dal freddo.

 

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …