Home / Clima / La storia del clima tra il 3000 il 1000 prima dell’Era cristiana

La storia del clima tra il 3000 il 1000 prima dell’Era cristiana

Terza puntata sulla Storia del clima: altre grandi civiltà alla ribalta. Accanto alla civiltà egizia nascono le civiltà Sumera, Minoica, Frigia e Micenea. In Redazione Mario Giuliacci

oji4b7

In precedenti articoli abbiamo trattato della Storia del clima tra 500 e 100 mila anni fa (vedi qui) e poi della storia del clima tra 20.000 e 4000 anni fa (vedi qui).

L’optimum climatico si esaurisce intorno al 1000 a..Cr.

Anzi tra il 3000 e il 1300 a.C., la temperatura ha un temporaneo guizzo verso l’alto cosicché le condizioni climatiche ottimali – e insieme a loro il pendolo della civiltà e del benessere – si propagano verso nord fino a interessare tutte le regioni delle medio-basse latitudini dove fioriscono grandi civiltà come quella sumera (2900 a.C.), minoica (2200 a.C.), indo (2500-1700 a.C.), cinese (1700 a.C.) e quella megalitica dell’Europa nord-orientale, di cui Stonehenge ne rappresenta una delle testimonianze più tangibili.

Il progressivo riscaldamento del pianeta però porta a una riduzione della piovosità in numerose aree tropicali, come nella vasta pianura dell’Indo, una volta ricoperta di vegetazione perfino nell’attuale deserto del Rajastan, dove oggi sono ancora visibili le tracce di fiumi prosciugatisi appunto intorno al 1700 a.C.

La siccità rende però vulnerabile la fiorente civiltà che si era sviluppata nella vallata la quale pertanto diviene facile preda degli Arii, una popolazione di origine caucasica.

Sempre a causa della siccità, intorno al 2000 a.C. gli Ebrei sono costretti a migrare dalla Mesopotamia verso l’Egitto ma poi, intorno al 1330 a.C., quando la siccità raggiunge anche le rive del Nilo, debbono affrontare il biblico “esodo” verso la Palestina.

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …