Home / Analisi / La Niña ci ripensa e prepara il suo affondo, con conseguenze sull’inverno

La Niña ci ripensa e prepara il suo affondo, con conseguenze sull’inverno

ENSO 7 oct

Venerdì 14 ottobre il Weather Bureau del Giappone aveva anticipato che la Niña sta alzando la testa e potrebbe esser presente anche nel prossimo imminente inverno. Ebbene sabato 15 ottobre anche la NOAA, presa in contropiede, ammette che ci sarebbero segni evidenti che stia per arrivare la Niña (raffreddamento delle acque del Pacifico tropicale su valori sotto -0.5 °C). Non solo: la Niña – ed è questo l’aspetto di maggiore interesse – potrebbe resistere durante tutto l’inverno, contrariamente alla tesi sostenuta nell’ultimo report NOAA del 17 settembre. Insomma ora anche la NOAA si accoda alla tesi giapponese.

Secondo l’agenzia americana, sembrerebbe infatti che il Pacifico Tropicale, sede di realizzazione della Niña, avrebbe cambiato marcia tanto che ora vi è una probabilità del 70% circa che durante l’autunno possano svilupparsi un evento di  Niña. Tuttavia, l’evento di Niña rischia seriamente di essere debole e per di più le previsioni non sono ancora così sicure che le condizioni di La Niña possano persistere abbastanza a lungo per essere considerato un episodio in piena regola, dando una possibilità appena del 55% che possa resistere per tutto l’inverno.

Insomma noi qui potremmo concludere che oggi c’è qualche chance in più che l’inverno riesca a beneficiare di maggiori irruzioni di aria fredda per merito della Niña. Ma, ammesso che sia così, questo non significa necessariamente che l’inverno prossimo sia freddo e nevoso perché bisognerà tenere conto di tutti gli altri fattori che influenzano l’inverno.

 

Check Also

hgt 1 maggio COPERTINA

Ponte del 1 maggio bello ma non bellissimo

La perturbazione che sta attraversando l’Italia abbandonerà la Penisola proprio alla vigilia del ponte del …