Home / Curiosità / Il Global Warming è più pericoloso della guerra

Il Global Warming è più pericoloso della guerra

In futuro il cambiamento climatico farà più vittime dei conflitti armati, ne sono convinti gli analisti dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità (WHO – World Health Organization), l’agenzia dell’ONU che si occupa della salute a livello globale.

E’ quanto emerge da un recente rapporto della WHO riguardante i possibili effetti dei cambiamenti climatici su società e ambiente del futuro, con particolare attenzione alle conseguenze su qualità dell’aria, disponibilità di acqua potabile, produzione alimentare, diffusione di agenti patogeni e pericoli derivanti da eventi meteorologici estremi.

INONDAZIONE strada sole

L’utilizzo di acqua contaminata infatti può portare a patologie batteriche che già attualmente causano ogni anno la morte di quasi 600000 bambini al di sotto di 5 anni, e l’aumento di eventi meteorologici estremi e catastrofici nei prossimi decenni potrebbe ridurre ulteriormente la disponibilità di acqua potabile.

Inoltre l’aumento delle temperature medie planetarie sta favorendo la diffusione di alcuni animali che portano con sé pericolosi agenti patogeni, capaci di scatenare ad esempio la malaria e altre gravissime patologie.

L’incremento dell’inquinamento atmosferico legato all’alterazione del clima (la produzione di ozono ad esempio aumenta al crescere delle temperature), ma anche la maggior presenza di pollini nell’aria, favorita da una proliferazione di alcune specie vegetali che troveranno condizioni ambientali più adatte, farà invece lievitare il numero di individui soggetti a disturbi delle vie respiratorie.

E attenzione perché gli stessi eventi meteo, specie se estremi, possono avere conseguenze dirette sulla salute, come dimostrano i numerosi problemi causati all’organismo dal caldo intenso o dalle temperature eccessivamente basse.

Ebbene, in base a tutti gli aspetti presi in considerazione, secondo le stime degli esperti del WHO tra il 2030 e il 2050 i cambiamenti climatici saranno direttamente responsabili della morte prematura di almeno 250000 persone all’anno, principalmente a causa di malnutrizione, malaria, dissenteria e ondate di caldo intenso!

Oltre alle numerose vittime a livello globale il cambiamento climatico genererà però anche costi aggiuntivi legati ai problemi di salute quantificabili tra i 2 e i 4 miliardi di dollari all’anno. Insomma, dati alla mano, più vittime e costi di quelli che ogni anno vengono generati dai conflitti armati.

 

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …