Home / Curiosità / Amarcord / Il freddo eccezionale dell’Inverno 1709

Il freddo eccezionale dell’Inverno 1709

Il piu’ freddo degli ultimi 500 anni: è soprannominato così il gelido inverno 1709 in Europa. L’inverno del 1709 fu una stagione di freddo eccezionale in Europa, paragonabile solo agli inverni del 1407 e 1408.

51-670x435

Nel dicembre 1708 l’Anticiclone Termico Russo divento’ sempre piu’ forte in Russia. Nella notte dell’Epifania, tra il 5 e il 6 gennaio 1709, irruppe tenacemente in Europa.

L’Europa Centrale e Mediterranea venne investita da un gelo intenso che in poche ore porto’ a ghiacciare fontane, pozzi, rivi e anche piccoli laghi, vi furono abbassamenti repentini fino a 20°, anche le regioni meridionali furono colpite duramente. In breve ghiacciarono tutti i fiumi europei, compresa la Senna, il Rodano e pure l’Ofanto; stessa sorte toccò a laghi e lagune: il lago di Garda venne attraversato da carri pesanti, unica volta nella storia, così come pure la Laguna Veneta; nemmeno il mare fu risparmiato e le navi rimasero intrappolate nei ghiacciati porti mediterranei come quelli di Genova e Marsiglia.

Un metro e mezzo di neve cadde in Pianura Padana, a Roma nevico’ 13 volte tra il 6 e il 24 gennaio. Davvero impressionanti le temperature raggiunte in alcune località: Parigi -23.1° nel centro e -25°/-26° nei sobborghi e per 10 giorni non si salì mai sopra -10° con minime sui -20°; a Venezia -17,5° (il record del XX secolo è -13,6° misurati nel 1963) con forte bora; a Berlino -29.4° e nelle campagne intorno -35° e la media del mese fu -13.2°.

In Emilia-Romagna giunsero a seccare gli alberi di melo, susino, noce e ciliegio, piante che generalmente resistono fino a temperature di -40°. Una dubbia misurazione di -36° a Faenza (probabilmente registrato nei dintorni) sembrerebbe confermare questi valori. Si ipotizza che una massa d’aria a -22° a 850 hPa (circa 1450 metri di altezza) sia entrata stabilmente nella Pianura Padana (nel 1985 ne arrivò una a -15° con -16°/-17° a nord-est, tra l’altro con durata nettamente inferiore) e valori nettamente inferiori ai -10° a 850 hPa siano arrivati fino all’estremo Sud con punte estese di -14-16°.

La fine del gelo arrivo’ a fine gennaio ma ad inizio febbraio ritornò il gelo, molto forte, anche se non ai livelli di gennaio; tuttavia gelarono molti fiumi e laghi che si erano temporaneamente liberati. Continuò fino a marzo e, nelle regioni a Nord, fino ad aprile (in questo mese il mar Baltico era ancora congelato), anche se vi furono molte riprese successive; in Germania vi furono notizie di gelate fino a inizio luglio. A Berlino febbraio ebbe una media di -6.9° con una punta di -26°; marzo una media di 0.2, ma si contarono ben 22 minime sotto lo 0°. L’inverno, se consideriamo l’intero trimestre dicembre (media di -4.5°), gennaio e febbraio ebbe la media di -8.2°, il più freddo da quando iniziarono le misurazioni nel 1701 seguito dal 1829/30, con -6.6°. Info Wikipedia.

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …