Home / Curiosità / Cacciatori di Uragani – Aerei sofisticati per la NOAA

Cacciatori di Uragani – Aerei sofisticati per la NOAA

Dopo i primi voli effettuati con successo (come descritto nella puntata precedente) al primo velivolo P-3 già nel 1977 ne fu affiancato un secondo, a costituire la punta di diamante del AOC della NOAA. E in tutto questo non poteva mancare un po’ di goliardia, nel più tipico stile americano. Negli anni ’80 infatti ai due velivoli sono stati assegnati i soprannomi di Kermit e Miss Peggy, in onore dei due amati pupazzi televisivi dei Muppet: il logo degli aerei (nell’immagine) è stato disegnato dalla stessa Jim Henson Productions, casa di produzione titolare dei diritti dei Muppet.

p3-kermit

Nel 1996 l’AOC della NOAA, con l’obiettivo specifico di studiar ancora più nel dettaglio i cicloni tropicali, ha aggiunto alla sua flotta un jet Gulfstream IV (nell’immagine), dotato anch’esso di sofisticatissima strumentazione e capace di osservare gli uragani da altitudini maggiori, fino anche a 14000 metri d’altezza. E anche per questo apparecchio furono scelti un soprannome, Gonzo, e un logo ispirati ai personaggi dei Muppet.

In realtà, a differenza dei P-3, il Gulfstream IV non si immerge nel nucleo dell’uragano, ma vi vola attorno, raccogliendo importanti dati e aiutando i previsori a migliorare l’accuratezza delle loro proiezioni circa l’arrivo della tempesta sulla terraferma. Anche se la strumentazione di velivoli militari e della NOAA è in parte analoga, ed entrambi hanno a bordo equipaggi misti costituiti sia di piloti e tecnici di volo, sia di meteorologi, le mansioni cui sono destinati sono già da qualche anno diverse.

Gli aerei dell’aviazione militare hanno ormai prevalentemente il compito di osservare ed individuare ogni minimo segno di circolazione ciclonica o accenno di intensificazione delle tempeste nel bacino atlantico: queste informazioni sono poi tempestivamente rilanciate via radio al NHC (National Hurricane Center) per essere valutate dagli esperti del centro. Gli aeroplani della NOAA, con una strumentazione più completa e complessa, vengono invece in generale utilizzati solo quando degli uragani ormai sviluppati si avvicinano alla terraferma, soprattutto se diretti verso le coste degli Stati Uniti: sono fondamentalmente i P-3 che si tuffano nella densa coltre di nubi, sfidando la furia dei venti e attraversando la tempesta da parte a parte.

Nella prossima puntata i segreti dei veri e propri laboratori volanti che si lanciano contro gli uragani…

Check Also

CRBC265857_ARCA824_1274_01

Le neviere, il freezer del passato

Fino ad un secolo fa la neve nelle neviere era così preziosa da essere denominata …