Home / Curiosità / Autunno, la stagione che porta più malesseri
ChronicPain

Autunno, la stagione che porta più malesseri

Sindrome da ciclone, dolori nelle cicatrici, depressione, sindrome da alluvione. In redazione Mario Giuliacci

In autunno si soffre più spesso che nelle altre stagioni di malesseri e dolori psicofisici. La colpa è delle molte giornate umide e nuvolose della stagione,  la più piovosa dell’anno, per l’arrivo di molte perturbazioni con il loro centro di bassa pressione (ciclone).

Ma il “ciclone extratropicale” – per distinguerlo dal più temibile ciclone tropicale – già 12-36 ore prima dell’arrivo, fa calare la pressione atmosferica e aumentare l’umidità.

Ecco perché i dolori che si manifesta durante tali perturbazioni sono noti come sindrome da ciclone in coloro che già soffrono di gonfiori da reumatismi.

Infatti l’aumento dell’umidità fa aumentare il volume delle fibre elastiche delle articolazioni e del liquido sinoviale che le “lubrifica”,  mentre il calo della pressione atmosferica abbassa la soglia del dolore e  rallenta la circolazione sanguigna periferica, con conseguente ristagno in loco dei liquidi stessi.

Fatto sta che l’una e l’altra causa portano a un eccessivo accumulo di acqua nelle articolazioni e da qui il caratteristico gonfiore, che a sua volta comprime le innervazioni nervose sottostanti fino alla comparsa del dolore.

Per di più la sottile pellicola di pelle che avvolge il nostro corpo si dilata quando aumenta l’umidità, mentre si contrae quando l’aria diventa più secca, come avviene dopo il passaggio della perturbazione. Ecco perché una bassa umidità provoca in genere dolore – sensazione della pelle  che “tira” – in coloro che hanno cicatrici o arti amputati.

Al di là delle scomodità che la pioggia può causare (ingorghi stradali, impossibilità di svolgere attività all’aperto, difficoltà di spostamento), le piogge autunnali celano un’altra insidia, la  “sindrome da alluvione”.

Chi infatti è rimasto coinvolto in una situazione alluvionale che abbia direttamente colpito o anche solo sfiorato il suo paese, la sua casa, i suoi cari e i suoi averi, vive tale ricordo con ansia e nervosismo, fino a veri e propri attacchi di panico, ogni qual volta le previsioni del tempo preannunciano una nuova fase di forte  e prolungata piovosità

Ma in autunno si soffre di tristezza più spesso che nelle altre stagioni. Infatti  un cielo grigio e nuvoloso – specie se persistente per molti giorni consecutivi – viene erroneamente interpretato dal cervello come imminente arrivo della notte, cosicché  viene stimolata una maggiore quantità di melatonina,  che favorisce il sonno, ma anche  malinconia e talvolta  depressione

Anche la pioggia ha un effetto deprimente sulla nostra psiche e non solo perché la meteora è sinonimo di cielo grigio ma anche perché, quando piove, le persone, specie se anziane, sono costrette a rimanere chiuse in casa, prive della quotidiana passeggiata o di una bella chiacchierata con gli amici o, magari, di una distensiva partita  a briscola.

Check Also

grandine-toruel-660x330

Grandinata pazzesca durante un temporale a Teruel in Spagna

Il risultato di un temporale grandinigeno che ha insistito per ore nella città di Teruel …