Home / Curiosità / Allergie frequenti anche in autunno
acari

Allergie frequenti anche in autunno

Ecco da cosa sono scatenate le tipiche allergie della stagione. In Redazione Mario Giuliacci

Un improvviso prurito al naso e starnuti a ripetizione, seguiti poi da uno scolo acquoso dal naso, narici otturate e, talvolta, arrossamento e lacrimazione agli occhi.

Se tali sintomi durano più di 3 giorni e si presentano più volte nell’arco di questa stagione, potrebbero essere dovuti, non ad un raffreddore, bensì ad una tipica allergia autunnale.

La causa?

Un prolungato periodo di tempo bello e stabile che, in autunno-inverno, favorisce di solito un progressivo accumulo al suolo di umidità e inquinanti, un cocktail che irrita facilmente le mucose le quali divengono così più vulnerabili dai fattori allergici

L’allergia autunnale è scatenata però, nella maggior parte dei casi dagli acari, quegli invisibili ragnetti i quali hanno la pessima abitudine di scegliere, come dimora abituale, materassi, coperte, tendaggi e tappeti.

Altre volte l’aggressione alle mucose irritate proviene dalle spore delle muffe che si liberano nell’aria dopo essersi distaccate dalle macchie umide di muri, soffitti o retro dei mobili.

Ma l’insidia può giungere anche dai pollini della parietaria che in autunno torna a rifiorire sulle pareti delle case.

Cosa fare in questi casi? È bene evitare l’uso di spray antiallergici o di vaso-costrittori nasali i quali possono far innalzare la pressione. È invece consigliabile rivolgersi ad un centro specializzato per individuare se la causa dell’allergia sono gli acari, le spore delle muffe o i pollini.

Check Also

CATASTROFE Londra

La Matematica ci avviserà delle catastrofi

Di recente un team di ricercatori del MIT (Massachussets Institute of Technology) di Boston ha …